​Grazie di averci inviato un messaggio. I membri del nostro team sono disponibili dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 21 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 21.

Home

Il fascino del copricostume

Il fascino del copricostume

Con l’arrivo del primo caldo il pensiero corre subito all’estate, al mare, agli aperitivi in spiaggia… liberi di girovagare con infradito, costume e pareo. Eccoci quindi, non resta che pensare già al tuo look da spiaggia/piscina, ma per questo ti aiutiamo noi. Leggi l’articolo e scopri come rimanere chic anche sotto il sole bollente o semplicemente per apparire in ordine anche se vai al bar durante la giornata, oppure nel caso ti dilungassi con un aperitivo.

Pereo o copricostume

Le origini del Pareo

Prima però è importante conoscere le origini del copricostume

Con il termine pareo viene definito qualsiasi rettangolo di stoffa che viene annodato sui fianchi per fare da gonna oppure attorno al collo o alle spalle per fungere da vestito.

È un indumento tipico dei polinesiani ed in particolare di Tahiti. Lo stesso indumento in Asia e nella parte orientale dell’Africa viene chiamato Sarong.

Oggi il pareo o sarong viene utilizzato come copricostume, sia dalle donne che dagli uomini, data la versatilità e la velocità nell’allacciarlo, aspetto che lo caratterizza.

Le origini del pareo
Foto da wikipedia

Prime apparizioni del pareo nel mondo della moda e del cinema

La prima volta che il grande pubblico viene a conoscere questo indumento è grazie ad un film di hollywood intitolato Uragano, interpretato dall’affascinante attrice Dorothy Lamour che lo indossa per interpretare un indigena. Un vero e proprio boom si ebbe però circa 10-15 anni dopo con i film di Elvis Presley girati alle Hawaii e in altre isole del Pacifico.

Anche Laguna blu negli anni 80 gioca un ruolo importante per portare questi capi alla ribalta.

Prime apparizioni del copricostume o pareo
Da sinistra a destra: una scena del film Uragano(1937), un film di Elvis Presley, una scena di Laguna Blu

Il copricostume oggi…

Oggi ci sono tantissime tipologie di copricostume che vanno scelti in base al proprio stile e alle esigenze della giornata. Di certo conviene sempre optare per materiali freschi, naturali e traspiranti: il materiale con le migliori caratteristiche per le calde giornate estive è il cotone.

Di seguito le tipologie di copri-costume scelte da noi per apparire al meglio:

Copricostume stile bohémien

Stile Ibiza, per giornate al mare che potrebbero finire con un aperitivo oppure con un falò sulla spiaggia. Lo stile etnico non passa mai di moda e non annoia. Abbinalo con accessori come orecchini vistosi o sandali alla schiava.

Copricostume stile bohémien

Una camicia oversize bianca

Chic per far risaltare l’abbronzatura. Abbinala con accessori in rafia, come una borsa da spiaggia o un cappello, per avere un look estremamente chic. Sconsigliato per i primi giorni in cui sarebbe difficile distinguere il colore della nostra pelle da quello della camicia.

Una camicia oversize bianca
Foto da pinterest

Il classico pareo o sarong

Un lembo di stoffa rettangolare, in cotone possibilmente, magari anche biologico se vuoi fare una scelta consapevole per l’ambiente. Questa scelta rimane la più versatile perché può essere indossato in tantissimi modi.

Classico pareo o sarong
Sciarpa pareo colombomilano1911.com

Copricostume all’uncinetto

Anche questo è un capo evergreen che dona un effetto vedo non vedo per chi ama stuzzicare.

Copricostume all’uncinetto
Foto da pinterest

In definitiva il copricostume è un capo decisamente utile e versatile, un abito leggero da indossare per tutta l’estate. Da utilizzare per gli spostamenti verso la spiaggia o la piscina, ma può essere anche un passepartout adatto a più occasioni estive, glamour, grazie all’utilizzo combinato con altri accessori. Un vero e proprio salva look.

5 + 1 modi di indossare il pareo

Ecco alcuni consigli per te…

1 - Pareo come gonna: corta o lunga a seconda del mood o dell’altezza

Il pareo indossato come una minigonna va bene per tutte le donne, soprattutto a chi non vuole nascondere troppi cm di pelle. Adatto sia alle gambe lunghe che alle gambe corte, che sembreranno più slanciate, molto semplice da annodare. 

Piega il tuo pareo in modo da formare un grande triangolo e annodalo in vita con un fiocco laterale. Otterrete un risultato decisamente seducente perché si verrà a formare uno spacco che metterà in mostra le gambe.

La versione gonna lunga è più adatta ad una figura alta, ma per le figure petit può essere indossato con delle espadrillas con zeppa oppure con delle scarpe con un po’ di tacco (optate per la zeppa se volete stare più comode).

Per il pareo gonna lunga basta legare le due estremità sul fianco oppure davanti.

Pareo come gonna: corta o lunga a seconda del mood o dell’altezza
Sciarpa pareo colombomilano1911.com

2 - Il pareo come vestito

Per le timide prosperose o semplicemente per chi ha più voglia di coprirsi consigliamo il pareo indossato come vestito. Fai passare il pareo dietro la schiena e incrocia i due lembi del lato corto sul davanti, infine legali dietro il collo. Il vestito coprirà il seno, ma lascerà scoperte le spalle slanciando la tua figura, rimanendo sensuale.

Il pareo come vestito
Foto da pinterest

3 - Pareo a tubino 

Perfetto per le taglie forti. Avvolgi il pareo dietro la tua schiena e lega i due lembi del lato più corto sul seno con un fiocco. Avrai così un vestito a tubino adatto per chi ha un fisico più curvy, perché nasconde i fianchi e la pancia mettendo in risalto spalle e seno.

Pareo a tubino
Foto da pinterest

4 - Pareo come un abito monospalla 

Ricorda le dee greche e per questo assicura un look chic, slanciando la figura, nascondendo la pancia e i fianchi grazie al tessuto che cade un po’ drappeggiato. 

Come si lega? Tieni un lembo del pareo su una spalla, tira il lembo opposto sotto l’altro braccio, passandolo dietro la schiena e poi sul davanti. Avvolgi il pareo e ferma con un nodo le due estremità sulla spalla iniziale.

Pareo come un abito monospalla
Foto da pinterest

5 - Pareo come gonna-pantalone

Questo modo di allacciare il copricostume è consigliato se hai il fisico sinuoso, il classico fisico a clessidra. Posiziona sul davanti ad altezza vita il lato più corto del pareo,annoda i due lembi dietro la schiena e fai passare il pareo tra le gambe, legando tra di loro le altre due estremità davanti. Il risultato è un look originale e comodo che mette in risalto le gambe.

Pareo come gonna-pantalone

5+1 - Sarong anche per gli uomini per uno stile eccentrico

A metà degli anni 80 anche tra gli uomini si è diffusa la moda del pareo/sarong, soprattutto grazie ad alcuni stilisti come Armani e Versace che hanno sdoganato questo capo portandolo in passerella.

Il pareo va indossato rigorosamente in spiaggia e va abbinato a infradito o a espadrillas da uomo in corda. Evitate l’abbinamento con le ciabatte. Sopra non bisogna indossare nulla o al massimo una canotta. Questo è un capo per chi cerca un look eccentrico e per chi ha un fisico atletico. Per completare il look estroso potete aggiungere una collana etnica oppure un cappello in stile borsalino in rafia.

Sarong anche per gli uomini per uno stile eccentrico

Su colombomilano1911.com puoi trovare un’ampia selezione di parei e copricostumi in cotone e materiali naturali. C’è anche una selezione di capi in cotone biologico per chi presta attenzione alla salvaguardia del nostro pianeta.

Colombo Milano 1911 è un brand specializzato in accessori fin dal 1911 con l’intento di fornire prodotti con un forte stile italiano al miglior rapporto qualità prezzo.

 

SCEGLI IL PAREO CHE PREFERISCI

Copricostumi parei sarong firmati Colombo Milano 1911