Il fascino della maglia… Tricot, che passione!

Tricot, il fascino della maglia

Si sa che tutte le mode ritornano e questo inverno è il turno del Tricot che abbiamo visto come protagonista nelle passerelle e che adesso vogliamo assolutamente nei nostri armadi. Che si tratti di maglie di tutti i tipi, cappellini, guanti, sciarpe o ponchi, l’importante è che non manchi un capo lavorato a maglia nel nostro guardaroba!

Che cos’è il Tricot?

Il tricot, che testualmente significa “maglia” in francese, è un tessuto derivato da un intreccio di fili che possono essere lavorati in tantissimi modi, così da dar vita a qualsiasi tipo di indumento.

Lavorazione a magliaFonte: weareknitters.com

Storia del lavoro a maglia

Non è un’invenzione dei nostri tempi, infatti il tricot ha una storia lunghissima alle spalle che risale addirittura ai tempi dell’antica Grecia, come dimostrato dal ritrovamento di una statua (visibile al Museo del Partenone ad Atene) che ritraeva una donna che indossava un maglione simile a quelli dei nostri tempi.

La lavorazione a maglia o tricot appare spesso nella storia, purtroppo ancora oggi ci si ricorda di quelle signore intente a “sferruzzare” a maglia impassibili durante le esecuzioni capitali ai tempi della Rivoluzione Francese, le Tricoteuses. Anche se il lavoro a maglia non ebbe origine in Gran Bretagna, fu qui che prese piede maggiormente tanto che furono istituite le prime corporazioni di artigiani magliai e, nel 1600, fu inventata, dal reverendo William Lee nonostante il divieto di utilizzo imposto dalla regina Elisabetta I, la prima macchina per maglieria che rivoluzionò la produzione dell’abbigliamento e dell’intimo.

Storia della maglia

Prime apparizioni nel mondo della moda

Nella più recente storia della moda, la prima a usare questa tecnica fu Elsa Schiaparelli che, negli anni 20, a Parigi presentò un’intera collezione di modelli tutti realizzati ai ferri che ebbe un successo clamoroso. Il tricot è stato anche un grande protagonista nelle collezioni della geniale Coco Chanel già nel 1916, ma a seguire anche degli italiani Missoni e Benetton con le loro coloratissime collezioni tra gli anni 50 e 60.

Tricot e le prime apparizioni nella modaA sinistra Coco Chanel (Fonte: rivista Elle) – A destra Collezione 2012 United Colors of Benetton

Il Tricot ai giorni d’oggi

La lavorazione a maglia fatta a mano non è mai passata di moda, tanto che oggi è diventata un vero e proprio hobby per tantissime persone. Creare dei capi in casa come veniva fatto anticamente ci fa’ capire il valore dei prodotti, inoltre è una lavorazione che necessita pratica, ma può essere imparata da tutti e in cambio regala soddisfazione e momenti di svago dal nostro tran-tran quotidiano.

Ormai è lontana l’immagine della dolce signora anziana che lavora a maglia, oggi online si trovano community di persone di tutte le età, anche giovanissimi, appassionate a questo tipo di lavorazione che mostrano orgogliose le proprie creazioni sui social o sui blog.

Amore per il Tricot

Forse non sapevi che…

A proposito di preconcetti, non pensare che questa passione sia solo femminile: ci sono gruppi di uomini “knitters” (lavoratori a maglia”) sia italiani che stranieri che si ritrovano sui social per scambiarsi consigli e mostrare il frutto del loro “sferruzzare”, come il noto gruppo italiano Magliuomini (fondato nel 2012, vanta oggi più di 5000 iscritti).

 

Uomini che fanno la maglia

Come dicevamo ad inizio articolo, il tricot quest’anno è protagonista soprattutto per i maglioni oversized o maxi-taglia da abbinare al tuo paio di skinny jeans preferito come ci mostra la nuova fashion icon Kaia Gerber in foto (la famosissima figlia di Cindy Crawford).

Kaia Gerber e il suo maglione oversizedFonte: MarieclaireUK.com

Il Tricot negli accessori

Anche gli accessori tricot hanno un ruolo chiave nel dare un tocco fashion oltre che tenerci al caldo.
Nelle sfilate di Gucci sono protagonisti i cappelli con pompon e le maxi sciarpe lavorate a maglia. Il berretto tricot “Pussyhat” di Missoni invece porta un messaggio più importante: difendere i diritti di tutte le donne.

Per dare un tocco morbido al tuo look invernale indossa una maxi-sciarpa o una sciarpa ad anello tricot sul tuo cappotto, ti terrà al caldo e renderà diverso il tuo solito look.

Maxi sciarpa tricot sul cappottoFonte: Fashionjackson.com

Cerchi qualcosa di luccicante che non passi inosservato? Un berretto, una sciarpa o un poncho con strass oppure con dettagli lurex è un must per il pubblico femminile.

Per un look maschile più “urban” aggiungi un berretto in tricot al tuo outfit come il famoso lifestyle blogger newyorkese Adam Gallagher in foto qui sotto.

Adam Gallagher con berretto in tricotFonte: Fashionjackson.com

Se anche tu sei appassionato di tricot e non sei un esperto di uncinetti butta un occhio sulla nostra collezione, dove potrai trovare l’accessorio lavorato a maglia più adatto a te!

Scopri ora la nostra collezione di accessoori in Tricot!

Accessori in tricot colombo milano 1911Colombo Milano 1911
Modella: Rebeca Stefania. Ph. Vidmotion

Se compri il tuo accessorio in tricot sul nostro ecommerce facci vedere i tuoi look e outfit su instagram taggandoci @colombomilano1911 e usando il nostro #colombomilano1911, saremo lieti di ripostare gli scatti più belli e contribuirai ad ispirare altri “fashion addicted”.

Seguici sui social